Chi custodisce un pezzetto di questa “vita” che cresce almeno un volta si sarà ritrovato davanti un esubero di pasta chiedendosi cosa farne per non buttarla. Le idee sono tante e sinceramente credo che la scelta più veloce, pratica e sempre apprezzata rimangono sempre grissini e piadina, la piadina ti risolve la cena, i grissini fanno sempre comodo. Ma immagino anche che a volte si ha voglia di qualcos’altro, magari un dolce, praticamente quello che capita spesso a me, e quindi mi son detta, perché non usarla per la sfoglia dei ravioli dolci? Detto fatto, non mi son chiesta nemmeno se in rete ci fosse già qualche ricetta collaudata, ma alla fine non cercavo nulla di complicato, avanzi di pasta madre e stop, il ripieno lo avrei deciso al momento, in base a quello che avevo in dispensa. Per questioni di “dieta” ho pensato di metterli al forno anziché friggerli, soddisfacenti se mangiati caldi, sono certa che fritti sarebbero stati anche meglio… a voi la scelta.

Il ripieno è un misto di avanzi: biscotti secchi e due vasetti di marmellata aperti, un ottimo ripiego per fare pulizie in frigo e in dispensa. Anzi segnatevi la ricetta che saranno un ottimo ripiego quando da qui a breve avrete quantità industriali di avanzi di pandoro e panettoni… ;-)

INGREDIENTI PER CIRCA 20 RAVIOLI

350 g di esubero di pasta madre rinfrescata

100 g di biscotti secchi (o avanzi di pandispagna, pandoro, panettone ecc)

1 vasetto di marmellata (io due vasetti metà di Rigoni di Asiago)

2 cucchiai di liquore sassolino (oppure anice, amaretto, mal che vada ok anche a grappa o limoncello)

50 g di burro fuso per la copertura

2 cucchiai di zucchero di canna per la copertura

PREPARAZIONE:

Versate nel bicchiere del frullatore di biscotti e riduceteli a granella (Personalmente avevo un mix di biscotti secchi tipo saiwa più degli amaretti)

In una ciotola unite la granella di biscotti, la marmellata (io avevo due vasetti iniziati che ho unito, uno alla pesca e l’altro a  il liquore e mescolate bene, se l’impasto vi sembra troppo compatto, aggiungete ancora un po’ di liquore.

Stendete la pasta in una sfoglia sottile (ho usato la misura N3 della macchina) fate dei mucchietti con il ripieno preparato e ricoprite con altra sfoglia. Ritagliate i ravioli con una rotella dentellata per eliminare la pasta in eccesso.

Continuate fino a terminare pasta e ripieno.

Adagiate i tortelli su una teglia rivestita con carta da forno, pennellate la superficie dei ravioli con abbondante burro fuso, aggiungete un po’ di zucchero di canna e infornate a 180°C per circa 20 minuti, sono pronti quando la base dei tortelli inizia a prendere colore.

Sfornate i tortelli, volendo potete aggiungere in superficie, come o fatto io con ficotto ma anche zucchero a velo, miele sciolto, sciroppo d’acero, vin cotto, ecc.

Con questa ricetta partecipa al Contest:

Tag:,


4 Commenti to “Ravioli dolci con avanzi di pasta madre”

  1.   maldive del salento Says:

    what compliments ravioli

  2.   Angelica Says:

    Ciao Donatella,
    a volte le ricette improvvisate sono le migliori!

    Tantissimi auguri di buone feste!

  3.   speedy70 Says:

    Fantastico questi ravioli dolci, ho sempre dell’esubero, grazie ! Auguri di buone feste!!!!

  4.   Elisabetta Says:

    Grazie per la ricetta e complimenti per il tuo blog, mi piace molto! Buona Epifania!! :)

    Ti/Vi aspetto sul mio blog di cucina: http://blog.giallozafferano.it/dolcisalatidielisabetta/

Lascia un commento

Codice di sicurezza: