E’ iniziata a tutti gli effetti la stagione della fave e io adoro questi legumi,  le mangio fresche se sono tenere oppure cucinate in tanti modi se non sono proprio tenerissime! Facendo poi delle ricerche sulle proprietà delle fave ho scoperto che svolgono un’azione energizzante e diuretica, sono indicate nel caso di infezioni all’apparato urinario, nelle calcolosi, nei soggetti debilitati e nei casi di affaticamento fisico e mentale, inoltre grazie al contenuto di fibre svolgono un notevole lavoro sul nostro intestino!!! C’è però una cosa che non bisogna sottovalutare; esiste una malattia genetica chiamata favismo, che comporta crisi emolitiche (la distruzione dei globuli rossi) quando i soggetti che sono affetti dal favismo assumono fave o anche solo ne inalano i vapori. Quindi è bene sapere se cucinate delle fave a degli ospiti, sapere se per caso soffrono di questa malattia. Ma se non c’è rischio di favismo e vi piacciono le fave dovete assolutamente provare questa ricetta, delle deliziose polpette di ricotta e fave con un guscio croccante di pistacchi.

Tempo di preparazione: 45 minuti + tempo di riposo

Difficoltà: Facile

Dose per: 4 persone

INGREDIENTI:

250 g di ricotta ben sgocciolata

150 g di fave (già sgranate e cotte)

100 g di pistacchi sgusciati e non salati (Ho usato i Pistacchi Ventura)

50 g di pecorino grattugiato

2 uova

un ciuffo di prezzemolo

sale e pepe q.b.

5 cucchiai di farina per la panatura

mollica di pane q.b. (all’occorrenza)

olio per friggere q.b.

PREPARAZIONE:

Con un macinino tritate grossolanamente i pistacchi e tenete da parte.

Sgranate le fave, sbollentatele velocemente, raffreddatele sotto l’acqua fredda e sbucciatele dalla pelle esterna più dura

Io anziché sbollentare le fave ho preferito cuocerle nel forno a vapore

e sminuzzatele con un coltello.

In una ciotola, riunite la ricotta, i tuorli (gli albumi vi serviranno per l’impanatura) e aggiungete, le fave sminuzzate, il pecorino, il sale e il pepe, mescolate bene il tutto e all’occorrenza se l’impasto risulta troppo morbido aggiungete della mollica di pane ridotta in briciole.

Con le mani leggermente unte preparate le polpette grosse come noci, passandole prima nella farina, poi nell’albume tenuto da parte e leggermente sbattuto e poi nei pistacchi tritati, mettete in frigo le polpette e lasciate riposare per un’ora,

dopodiché friggete le polpette di fave in abbondante olio caldo. Scolatele su carta assorbente e servite calde.

Tag:, , , ,


2 Commenti to “Polpette di ricotta e fave con pistacchi croccanti”

  1.   Federica Says:

    Adoro le polpette di ricotta ed è tantissimo che non le preparo. Mi hai dato un’idea di variante a dir poco super. Questa la faccio subito :) un bacione, buon pomeriggio

  2.   Claudia Says:

    Questa è davvero particolare.. Adoro le polpette di ricotta.. ma non avrei mai pensato di unire le fave! E poi la panatura di pistacchi.. buone e sfiziose! smackkk