Inizio la settimana con un lievitato, con l’ultima semola di Mangiare Matera, ho voluto provare una ricetta che mi ero ripromessa di provare già da un po’… Una ricetta che avevo letto in uno di quei libri vecchi ma vecchi della mia Mamma, così con l’occasione di avere della semola buona in casa ne ho approfittato! La ricetta prevedeva di bollire i taralli una volta lievitati ma io li ho provati e non ne sono rimasta soddisfatta così ho variato infornando direttamente i taralli, alcuni li ho mangiati a mò di pane appena sfornati altri invece li ho lasciati raffreddare e poi li ho rimessi in forno a tostare per ottenere dei taralli croccanti e friabili perfetti da inzuppare nel vino rosso ;-)

INGREDIENTI PER UNA DOZZINA DI TARALLI:

400 g di farina di semola (Ho usato Mangiare Matera)

190 ml di acqua

15 g di lievito birra (ricetta originale 35)

35 g di finocchietto

2 cucchiai di olio evo

1 cucchiaino di malto

sale q.b.

PREPARAZIONE:

Riunite in una ciotola, farina, lievito sciolto nell’acqua, malto, olio e impastate a mano o con una planetaria per una decina di minuti

Trascorso questo tempo aggiungete all’impasto il sale e i semi di finocchietto e continuate ad impastare per altri 5 minuti.

Formate un panetto con l’impasto preparato. Adagiatelo su un piano di farina spolverizzato di semola, coprite a campana con una ciotola e lasciate lievitare fino al suo raddoppio di volume.

Trascorso il tempo di lievitazione formate dei taralli i quali farete nuovamente lievitare fino al raddoppio.

La ricetta originale prevede di  bollirli in acqua bollente per un minuto a lato e poi passarli in forno. Io ho fatto due versioni e preferisco nettamente la versione che ho “adattato” inserendo i taralli lievitati direttamente in forno caldo a 185° per circa 20 minuti.

Alcuni li abbiamo mangiati a mò di pane altri invece una volta sfornati li ho lasciati raffreddare per tutta la notte in una stanza fresca e al mattino successivo li ho infornati per una mezz’oretta a 140° in modo da ottenere dei taralli croccanti e friabili, perfetti da inzuppare nel vino rosso ;-)

Tag:, , ,


One Response to “Taralli di pane”

  1.   Lilli nel paese delle stoviglie Says:

    Ma che belli, ma non posso farli, sarebbero la mia rovina, li mangerei tutti finendoli in mezzora, bravissima!

Lascia un commento

Codice di sicurezza: