Coltello Fissler

In questi giorni nonostante per nulla in tema con il periodo pre-natalizio ho sfornato anzichè panettoni, delle ottime Pastiere, mi si chiede il perchè su fb, ma il motivo è più semplice di quanto si pensi, voglia, semplice e pura voglia di questo dolce, anche se io non solo la diretta interessata, certo che non me lo son fatta dir due volte, d’altronde anche io amo tanto questo dolce quindi perchè concederselo solo una volta all’anno? Forse questa versione con gli spaghetti è meno conosciuta della classica pastiera con il grano, ma vi assicuro che è altrettanto buona, dalle mie parti nel periodo di Pasqua si sfornano Pastiere di tutti i tipi, da quelle dolci a quelle salate, tutte buone per carità, ma le mie preferite restano queste; quella con gli spaghetti e quella classica con il grano! E scommettiamo che se la provate ve ne innamorerete?

INGREDIENTI:

300 g di farina “00″

150 g di strutto

150 g di zucchero

3 uova

scorza grattugiata di mezzo limone

PER IL RIPIENO

150 g di spaghetti

400 ml di latte fresco

350 g di ricotta di pecora o mista

250 g di zucchero

5 uova

frutta candita (cedro,arancio e zucca) a piacere

scorza grattugiata di mezzo limone

alcune gocce di Neroly (in alternativa acqua di fiori d’arancio o millefiori)

un cucchiaio di strutto

(due cucchiai abbondanti di crema pasticcera, facoltativo)

Procedimento:

Su un piano di lavoro, disponete a fontana la farina, fate un foro al centro e aggiungetevi, lo strutto, le uova e la scorza di limone, lavorate velocemente come se fosse una frolla, formate un panetto, chiudetelo nella pellicola per alimenti e lasciate riposare in frigo.

Intanto in una pentola capiente portate a bollore il latte, quando bolle, aggiungete gli spaghetti e un pizzichino di sale e lasciate cuocere fino a quando il latte non si sia asciugato del tutto, togliete dal fuoco aggiungete un cucchiaio di strutto, mescolate in modo che si sciolga e lasciate raffreddare.

Passate al setaccio la ricotta, adagiatela in una ciotola, e unite gli spaghetti freddi, lo zucchero i tuorli delle uova (tenendo da parte gli albumi) la scorza grattugiata del limone, la frutta candita (io ho messo solo arancio) i fiori d’arancio e amalgamate con cura, se volete un dolce ancora più goloso aggiungete anche i due cucchiai di crema pasticcera.

Montate gli albumi tenuti da parte e uniteli al composto di ricotta mescolando delicatamente.

Riprendete la frolla dal frigo stendetela con uno spessore di circa 3mm e foderate uno stampo unto, meglio se in alluminio con un’altezza di 5/7 cm ideali per le Pastiere con un diametro 23cm.

Versate all’interno della teglia rivestita il composto di ricotta preparato, con la pasta frolla rimanente fate delle strisce, disponetele a griglia sulla crema e infornate le pastiere preparate in forno già caldo a 170° per circa un’ora e mezza, fino a quando la frolla non avrà preso un bel colore marroncino. Non aumentate la temperatura pensado di accorciare i tempi, la pastiera deve cuocere lentamente ;-)

Una volta cotta la pastiera lasciatela raffreddare nel forno spento e con sportello aperto, se la pastiera è cotta bene, il ripieno deve essere bello compatto che non cede facendo la fetta, si conserva anche per una settimana, in un ambiente al fresco. Ad ogni modo vi consiglio di prepararla qualche giorno prima di servirla, anche un paio, con il tempo la pastiera prende gusto e l’umidità del ripieno renderà la frolla morbida e saporita.

Tag:,


9 Commenti to “Pastiera dolce di spaghetti”

  1.   paola Says:

    ma che mi fai scoprire?!??! io pensavo te la fossi inventata tu e invece esiste anche questa versione?????
    ah, ora che lo dico a mia suocera napoletana… ma per lei esiste solo la SUA pastiera, quindi negherà tutto :-D

  2.   Federica Says:

    Io sono dell’idea che una ricetta vada fatta quando se ne ha voglia, non quando sarebbe “prescritto” dal calendario :) Pastiera a Natale e panettone a Pasqua? Perché no? Non avevo mai sentito la versione con gli spaghetti e sono tanto curiosa adesso. Non ho mai fatto la pastiera classica perché i barattoli di grano sono sempre tanto grandi e non li userei tutti ma cos’ sono molto più tentata :D Un bacione, buona giornata

  3.   pippicalzina Says:

    nemmeno io conoscevo questa versione..la proverò mi incuriosisce davvero..

  4.   Claudia Says:

    Ma è stranissima con gli spaghetti!!!!!!! Io conosco la pastiera classica.. mangiata solo 1 volta in vita mia… Baci cara :-)

  5.   Isabella Says:

    Mamma miaaaa! Slurposa :p
    Anch’io farò la pastiera “natalizia” :) Intanto ti rammento in privato il mio indirizzo ;) ))

  6.   marifra79 Says:

    Spaghetti?! Ma dai, mica conoscevo questa versione, la provo, la provo eccome! La pastiera, quella classica, è strepitosa e si trova direttamente ai primi posti della mia classifica “dolci preferiti”! Un abbraccio cara

  7.   Inco ? Says:

    Mamma mia, che idea favolosa….!
    Questa pastiera dolce è davvero originale.
    Complimenti, penso proprio che proverò prestissimo questa ricetta!!!
    Bravissima.
    Piacere, sono Incoronata.
    Ti auguro di passare un buon fine settimana.
    Inco.

  8.   Inco Says:

    Volevo anche farti i complimenti per le bellissime foto e anche per il tuo blog.
    E’ pieno di ricettine interessanti.
    C’è l’imbarazzo della scelta.
    Ciao! ^_^

  9.   Elena Says:

    Una pastiera dolce con gli spaghetti? Ma sei un fenomeno tesoro mio!!!!!! Deve essere assolutamente speciale! Baciiiii