IMG_1459

Sono davvero poche le volte che mi metto a panificare,soprattutto da quando ho incaricato tutto il lavoro alla MDP ma questi però appena li ho visti me ne sono innamorata,Paoletta se n’era innamorata qui e io da lei,mi sa che cupido colpisce sempre alla vista di questi panini… personalmente mi hanno colpito per queste strisce,come dire mi sono sembrati simpatici e deliziosi. Come prima volta ho sbagliato un pò sui tempi di cottura,forse qualche minuto in meno sarebbe stato meglio,poi come secondo errore è stato quello di fare solo metà dose… non ho fatto in tempo a scattare qualche foto in più che erano già spariti,credo che vanno mangiati come i bretzel,con salumi,formaggi e fondute,ma io non potevo resistere,quel burro,quel famoso burro 1889 salato delle fattorie Fiondino era li in frigo che mi tentava ancora… così ne ho lasciato qualcuno da parte senza aggiungere sulla superficie i fiocchi di sale e l’ho gustato con una bella spalmata di burro e marmellata di more made in home e un buon caffè amaro. Non c’è che dire secondo me un burro così buono non c’è ricetta che tenga,neanche il pudding appena fatto,credo che il modo migliore per assaporare il suo gusto e la sua cremosità sia mangiarlo così semplicemente con pane e marmellata! Per i panini non c’è che dire sono fantastici soffici e fragranti e come dice anche Gaia perfetti anche per una festa! Vanno mangiati caldi il giorno stesso,ma credo che non ci sarà tempo per farli raffreddare che saranno già finiti,in ogni caso se ne avanzano conservate in un sacchetto chiuso in freezer.

NOTA IMPORTANTE: oh li ha mangiati anche mio marito…

IMG_1452

INGREDIENTI PER CIRCA 22/24 PEZZI

300 GR DI FARINA “0″

200 GR DI FARINA “00″

15 GR DI LIEVITO DI BIRRA FRESCO

270 GR DI ACQUA

1 CUCCHIAINO E 1/2 DI ZUCCHERO

30 GR DI BURRO MORBIDO

10 GR DI SALE

FIOCCHI DI SALE,SEMI DI PAPAVERO E SESAMO PER LA COPERTURA (facoltativi)

PER LA SOLUZIONE AL BICARBONATO:

UN LITRO DI ACQUA

8 CUCCHIAINI DI BICARBONATO DI SODIO

2 CUCCHIAINI DI SALE

IMG_1455

PREPARAZIONE:

Sciogliete il lievito con l’acqua e lo zucchero,setacciate le due farine e versate al centro l’acqua con il lievito,mescolando un pò di farina fino a formare una pappetta molto liquida,coprite con la farina del contorno senza impastare e lasciate lievitare,coperto con un panno in un luogo al caldo per circa 30 minuti.

Tirate fuori intanto il burro e lasciatelo a temperatura ambiente.

IMG_0958

Trascorsa la mezz’ora riprendete l’impasto,noterete che la papetta sarà diventata un composto con tante bolle. Aggiungete il sale e il burro morbido a pezzetti e iniziate a lavorare,a mano o nell’impastatrice,per circa 20 minuti,l’impasto sembrerà molto morbido ma non aggiungete altra farina.

IMG_0960

Una volta impastato,fate una palla e lasciate lievitare per un’altra mezz’ora.

IMG_0962

Finita anche questa lievitazione,riprendete l’impasto e ricavatene circa 22/24 pezzi (di circa 35-40 grammi) fate delle palline e lasciate riposare sulla spianatoia

IMG_0967

intanto portate ad ebollizione l’acqua con il bicarbonato e il sale. Quando l’acqua bolle tuffateci pochi panini alla volta e scolarli dopo 30 secondi:

Intanto accendete anche il forno ad una temperatura di 210°

IMG_0977

Io per fare aderire bene i semini,adagiavo i panini appena scolati nel piatto con i semi e i fiocchi di sale:

IMG_0980

Adagiate i panini su una placca da forno coperta da carta da forno:

IMG_0987

Quando avete finito di “sbollentare” tutti i panini nella soluzione di bicarbonato,tracciate dei tagli con un coltello affilato sui panini:

IMG_0988

Infornate quando il forno avrà raggiunto 210°  fate cuocere i panini per circa 20 minuti.Per il mio forno sarebbero bastati anche meno.

IMG_1004

Ricetta originale di: Stefano Spilli ripresa dal libro: Il pane delle dolomiti.

BBB logo april 2010

Tag:


24 Commenti to “Panini laugenbrot”

  1.   Sandra Says:

    Grazie!!
    Aggiungo all’elenco :)

  2.   dauly Says:

    quanto sono buoni questi panini! li ho mangiati per anni in austria poi ho trovato la ricetta per rifarli qui e sono spettacolari!!

  3.   Claudia Says:

    Ammazza come sono carini a vedersi.. Saranno senz’altro anche buoni!!!! :-) ) smackk e buon lunedì!!

  4.   marifra79 Says:

    Oltre ad essere buoni sono anche particolari!!!Un abbraccio cara

  5.   Gaia Says:

    grazie per la citazione e per avermeli ricordati.. tra poco è il compleanno di fagiolino e questi non devono mancare!

  6.   simona Says:

    Mamma mia che mervigli, da provare al più pesto. Il tuo blog è fantastico, complimenti!!!

  7.   fiordivanilla Says:

    Già la foto è stupenda…e quei panini devono essere prelibati!

  8.   fiordivanilla Says:

    dmenticavo… ma comeeeeeeeeeeee sei di Modena???????????E io che ne sapevooo :’(( sigh!

  9.   ilcucchiaiodoro Says:

    @ fiordivanilla
    Diciamo che sono Modenese di adozione… per questioni di cuore :)

    Ps:Hai fatto scorte di aceto balsamico??

  10.   fiordivanilla Says:

    ehh seee.. magari.. io amo l’aceto balsamico, ma quello che voglio IO (extra vecchio) costa 109 euro circa per una bottiglietta da 100ml -_-” che fai, me lo regali tu?
    ahhaha

  11.   ilcucchiaiodoro Says:

    @ fiordivanilla
    ohhh cara ragazza!!! Ti dico solo che non c’è neanche nella mia dispensa….

    Che facciamo organizziamo un tour di degustazione nelle vecchie acetaia e vediamo un pò se ci fanno la grazia di soddisfare tutte 2 due? Altrimenti o aspettiamo che invecchi quello che abbiamo (e intanto invecchiamo anche noi) o altrimenti ci accontentiamo di quello per le nostre tasche :(

  12.   pagnottella Says:

    Sei stata bravissima! Non sono così semplici da realizzare!
    Tempo fa ho provato a farli con il lievito madre (quindi triplicata la difficoltà!) toppai alla grande! Mi ripromisi di rifarli, …ora però il mio lievito madre è in letargo e ci rimarrà ancora per un bel pò di tempo, con l’arrivo dell’estate è difficile potergli dedicare del tempo per curarlo, così ho iniziato ad usare lievito di birra in minime quantità (quando possibile)… chissà, ci faccio un pensierino
    Baci ^_^

  13.   Ancutza Says:

    Carinissimi e poi adoro i semi di papavero.

  14.   Paolo Says:

    belli! io li adoro
    mi segno la ricetta prima o poi la voglio provare

  15.   Milena Says:

    Sono incantevoli: la ricetta è da provare e le foto sono magnifiche :) )

  16.   stefania Says:

    Dona, questi paninetti sono splenditdi!!!!!!!
    Ho copiato la ricetta e il prossimo fine settimana mi metto all’opera.
    Poi ti saprò dire baci a prestro!!!!!!!!

  17.   Jas Says:

    Donatella, complimenti di cuore, questi panini sono spettacolari.
    Dimmi una cosa: pensavo di farli per un picnic nel weekend, volevo sapere se sono “morbidi” o più “croccanti”… insomma, dentro come sono?
    Ho una sorella pallosetta che odia il pane croccante, per lei di solito li faccio al latte o pane arabo…

    Grazie!
    Jas

  18.   Donatella Says:

    @ Jas
    Ciao,grazie mille!!! Guarda fuori sono leggermente croccantini e dentro morbidi,ma questo appena sfornati quando sono ancora caldi,man mano che si raffreddano diventano un pò molli esternamente… per questo è consigliato mangiarli in giornata!!!

  19.   Jas Says:

    Magnifico!! Proprio quello che fa per me (e la sorella pallosetta!) :)
    Grazie!

  20.   Donatella Says:

    @ Jas
    Perfetto!!! Fammi sapere se la sorella ha apprezzato!!!

  21.   Sibilla Says:

    Ma che belli questi! Me li ero persi, ora sono in lista d’attesa per essere fatti =)

  22.   fiordivanilla Says:

    tornando qui per riguardare e godere della vista di questi panini, leggo la tua risposta.. :) alla buon’ora eh!? … sarebbe bellissimo organizzare per davvero una gita nelle vecchie acetaie :D

    devo e voglio fare questi panini, assolutamente.

  23.   andrea Says:

    bravissima, e grazie per aver descritto tutto ancxhe attraverso le foto!

  24.   idabricioleincucina Says:

    Deliziosi come tutto il resto! poi se li ha mangiati tuo marito…complimenti